Rate this item
(0 votes)
  • font size
  • 0 Comments

MotoGP, Ezpeleta: "Prevediamo una stagione al via il 19 luglio con 12-16 gare"

By Pubblicato Maggio 21, 2020

Giorno dopo giorno i contagi da Coronavirus sembrano diminuire sensibilmente, sopratutto in Europa, e stando alle parole di Carmelo Ezpeleta al quotidiano Il Giornale la ripartenza del Motomondiale sembra essere ormai cosa fatta: "Aspettiamo la conferma dal governo spagnolo entro questa settimana, al massimo la prossima. Intanto stiamo definendo il protocollo sanitario che presenteremo questa settimana al Consiglio Generale dello Sport di Spagna. Aspettiamo l'approvazione, ma sono molto fiducioso. L'obiettivo è presentare il calendario definitivo al più tardi la seconda settimana di giugno. Prevediamo 12-16 gare partendo dalla Spagna con un doppio appuntamento a Jerez il 19 e 26 luglio per poi continuare a Brno il 9 agosto. Saremo in Austria il 16 e 23 agosto e poi il 13 settembre a Misano. Contiamo su Aragon, Valencia ed eventualmente qualche tappa extra europea. L'accordo con le Case e la FIM è di chiudere il campionato entro il 13 dicembre".

Il numero uno della Dorna ha ammesso di aver lavorato incessantemente da mesi per la ripartenza della MotoGP e della categorie minori, ma ammette di aver pensato alla sospensione definitiva della stagione: "All'inizio abbiamo preso in considerazione anche questa ipotesi, ma è stata presto scartata. La nostra priorità è correre quest'anno, poi affronteremo il 2021, che sulla carta era già definito". Restano in dubbio intanto i GP previsti fuori dai confini europei: "Per quanto riguarda le tappe extraeuropee, invece, dipenderà dalla possibilità di aprire al pubblico per rientrare delle spese di trasferta per cui ci riserviamo di confermarle il primo settembre. Stiamo parlando di correre tra metà novembre e metà dicembre».

Infine non ha dubbi sulla scelta che vorrebbe che facesse Valentino Rossi: "Se potesse correre fino a 70 anni, io ne sarei felice! Con Valentino parlo di tante cose, ma mai del suo ritiro. Lo considero un'assoluta mancanza di rispetto. In tutte queste stagioni è stato straordinario e ancora ha la possibilità di vincere. Ha la testa per farlo e poi ha senso controllare la sua carta di identità? La gente smette di fare sport perché si è stufata del lavoro e della pressione, Valentino ama quello che fa. Cosa deciderà per il suo futuro? La decisione di continuare a correre dipende da lui, non da noi".

Read 12 times Last modified on Giovedì, 21 Maggio 2020 11:23
Published in Sport, Motociclismo

About

  • Radio Camp Academy è il laboratorio radiofonico del dipartimento radio della CAMP Academy, in questa emittente radiofonica ascolterete solo progetti ideati, prodotti e condotti dai nostri allievi del corso PRO.

     

Contact us

Via Antiniana 2/i
Pozzuoli , NA 80078
Italia
+39 081 3418303
Mobile: +39 349 2369785
campacademy.it

Quote

  • Luogo creativo e vivace. Offre agli studenti competenze difficili da reperire altrove. La passione per l'arte è il motore della Camp "Gianluca Ruoppolo"