Dopo l’ufficializzazione dello spostamento da Parma a Firenze dell’amichevole Italia-Moldova (7 ottobre), la Figc ha definito, d’intesa con Knvb e Uefa, anche la nuova sede di Italia-Olanda, 4ª giornata di Nations League: si disputerà allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo mercoledì 14 ottobre (ore 20.45). 

Lo spostamento da Milano a Bergamo è motivato dal fatto di non utilizzare il più grande stadio italiano, ossia San Siro, in un incontro a porte chiuse, optando per uno stadio recentemente rinnovato per ospitare la Champions League e una città simbolo per il prezzo pagato in termini di vittime durante la pandemia Covid-19. Gli Azzurri, che saranno a Bergamo dal 12 ottobre, avranno l’occasione di rendere un omaggio alla città, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

La Nazionale torna a Bergamo a distanza di 14 anni: era il novembre 2006, amichevole Italia-Turchia, 1-1. In precedenza, successo per 5-0 con Malta per le qualificazioni a Euro ‘88, con il primo gol in Nazionale per Gianluca Vialli, attuale capodelegazione. In entrambe le gare, in campo prima e in panchina poi, Roberto Donadoni.

Al termine del Consiglio Federale, tenutosi oggi a roma, il presidente della Figc, Gabriele Gravina è tornato sul tema della riapertura degli stadi al pubblico: "Con il Premier Conte abbiamo condiviso un percorso: priorità alla scuola, se poi questo percorso dovesse dare risultato positivo e anche facendo leva sul senso di responsabilità che il calcio ha già dimostrato, la riapertura degli stadi creda possa essere naturale. Non vogliamo insistere, abbiamo ripresentato la nostra stessa idea progettuale sperando che possa trovare condivisione da parte del Cts e che la parte politica possa poi autorizzarci ad aprire agli spettatori”.

Capitolo playoff. Il presidente Gravina si è detto favorevole alla questione, ma a patto che il progetto trovi il favore di tutte le parti in causa: "I playoff sono un'idea su cui sto lavorando da tempo e mi auguro di poter trovare condivisione. L'incontro con Infantino è stato molto utile perché per la sua esperienza e il ruolo che ricopre è stato un momento di grande e approfondita riflessione. Ne abbiamo parlato, ho espresso la mia personale idea per l'ipotesi di un rinnovamento in modo da poter posizionare sul mercato un prodotto oggi ormai superato e non più appetibile dal fruitore. Bisogna confrontarsi e capire ad ampio raggio aspetti positivi e negativi e creare un progetto appetibile da parte di tutti".

Infine, sulla questione spinosa dei tamponi, Gravina lancia l'allarme: "Il tampone ogni quattro giorni è diventato insostenibile. Chiediamo di ottenere nell'immediato, perché non è più procrastinabile, di rendere più sostenibile la pratica del tampone. Auspico che il Cts possa concederci almeno questo in partenza".

Dopo aver ufficializzato nei giorni scorsi le sedi delle gare di settembre e ottobre, oggi la FIGC ha reso note le sedi dei due incontri casalinghi della Nazionale di Roberto Mancini nel mese di novembre. Per la prima volta nei suoi 110 di storia la Nazionale sarà di scena a Benevento. Lo Stadio Comunale Ciro Vigorito ospiterà, infatti, l’amichevole Italia-Estonia in programma mercoledì 11 novembre (ore 20.45). Un mese prima la città campana sarà teatro anche della sfida valida per le qualificazioni europee tra la Nazionale Under 21 e la Repubblica d’Irlanda in programma martedì 13 ottobre (ore 17.30). Un bel modo per festeggiare la promozione in Serie A del Benevento, guidato da Pippo Inzaghi, uno che la maglia Azzurra l'ha indossata ben 57 volte vincendo un Mondiale nel 2006.

Si giocherà invece allo Stadio Olimpico di Roma la gara di Nations League di domenica 15 novembre (ore 20.45) tra Italia e Polonia. Se Benevento si prepara ad accogliere per la prima volta gli Azzurri, la Capitale è la città che ha ospitato più volte la Nazionale: sono 59 gli incontri disputati a Roma (bilancio di 35 vittorie, 17 pareggi e 7 sconfitte), dove l’Italia scenderà in campo per la 60ª volta a poco più di un anno di distanza dal successo con la Grecia (2-0, gol di Jorginho e Bernardeschi) che valse l’aritmetica qualificazione a EURO 2020. Nella speciale classifica delle città che hanno ospitato più incontri della Nazionale Roma tornerà quindi a superare di una lunghezza Milano, che il prossimo 14 ottobre in occasione della sfida con i Paesi Bassi aggancerà momentaneamente la Capitale a quota 59.

Il calendario delle gare della Nazionale nel 2020

4 settembre (Nations League): Italia-Bosnia Erzegovina (ore 20.45) - Firenze
7 settembre (Nations League): Paesi Bassi-Italia (ore 20.45) - Amsterdam
7 ottobre (Amichevole): Italia-Moldova (ore 20.45) - Parma
11 ottobre (Nations League): Polonia-Italia (ore 20.45) - Danzica
14 ottobre (Nations League): Italia-Paesi Bassi (ore 20.45) - Milano
11 novembre (Amichevole): Italia-Estonia (ore 20.45) - Benevento
15 novembre (Nations League): Italia-Polonia (ore 20.45) - Roma
18 novembre (Nations League): Bosnia Erzegovina-Italia (ore 20.45)

Il calendario delle gare della Nazionale Under 21 nel 2020

3 settembre (Amichevole): Italia-Slovenia (ore 17.30) – Lignano Sabbiadoro
8 settembre (Qualificazioni europee): Svezia-Italia – Kalmar
9 ottobre (Qualificazioni europee): Islanda-Italia
13 ottobre (Qualificazioni europee): Italia-Rep. d’Irlanda (17.30) - Benevento
12 novembre (Qualificazioni europee): Lussemburgo-Italia
17 novembre (Qualificazioni europee): Italia-Svezia

Il Presidente della Figc, Gabriele Gravina a Radio Anch'io lo sport, trasmissione in onda su RadioRai, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo il ritorno al calcio giocato: "Oltre 15 milioni hanno seguito la Coppa Italia, ci auguriamo che mercoledì ci sia un seguito altrettanto importante. Ci stiamo avviando alla normalità, è un passaggio importante per il Paese. Non va dimenticata l'esperienza drammatica: ci serva per migliorare come persone e uomini di sport. Il Paese sta tornando a riconquistare i propri spazi di relazione: manca l'ultimo tassello. Se l'evoluzione positiva della curva epidemiologica, i tifosi negli stadi saranno l'ultimo tassello".

Il numero della della Federcalcio ha svelato le sue paure, ma anche e soprattutto la stretta collaborazione che c’è stata, tra i vari organi, per far ripartire il calcio italiano: "Quando la Francia ha sospeso i propri campionati ho temuto che si potesse fermare tutto. Col ministro Spadafora abbiamo avuto un rapporto costante e collaborativo, gli devo dare atto che la sua prudenza ci ha consentito di ripartire al momento giusto. Gli devo riconoscere questo senso di responsabilità e questa forma di rispetto per gli italiani".

"Il fondo salvacalcio? E' un'iniziativa importante, è importante prendere tutto quello che hai per ripartire. Mi dispiace che qualcuno abbia voluto fare della strumentalizzazione attorno a questo fondo da 21 milioni e 700mila euro, ai quali vanno aggiunti i soldi di Sport e Salute. Qualcuno ha voluto sminuire e ridicolizzare questo fondo". Infine Gravina ha esternato il suo dispiacere per la decisione di interrompere il calcio femminile: "Non si ripartirà da zero, lo garantisco. Mi è dispiaciuto tantissimo, ma vi preannuncio che il 25 in Consiglio federale parleremo a lungo del calcio femminile e mi auguro che, quel giorno, possa esserci una grande sorpresa".

Pagina 1 di 10

About

  • Radio Camp Academy è il laboratorio radiofonico del dipartimento radio della CAMP Academy, in questa emittente radiofonica ascolterete solo progetti ideati, prodotti e condotti dai nostri allievi del corso PRO.

     

Contact us

Via Gabriele Jannelli 562
Napoli, NA 80131
Italia
+39 081 3418303
Mobile: +39 351 7303013
campacademy.it

Quote

  • Luogo creativo e vivace. Offre agli studenti competenze difficili da reperire altrove. La passione per l'arte è il motore della Camp "Gianluca Ruoppolo"