I rumors di mercato che si sono rincorsi per lunghi tratti del 2020 e che davano Guardiola sicuro partente al termine della stagione, oggi sono stati definitivamente spazzati via. Il Manchester City ha infatti annunciato il rinnovo del contratto del tecnico spagnolo per altre due stagioni. Il nuovo accordo scadrà nel giugno 2023. "L'estensione del contratto di Pep è il naturale passo successivo in un viaggio che si è evoluto nel corso di molti anni. È un prodotto della fiducia e del rispetto reciproco che esiste tra lui e l'intero Club - ha detto il presidente del City Khaldoon Mubarak - Sono sicuro che tutti i tifosi del City condividano la mia gioia in questo nuovo accordo e nell'anticipare le entusiasmanti opportunità che, con un duro lavoro continuo, ci sono da cogliere. Tutti al Manchester City sono assolutamente felici che Pep abbia prolungato la sua permanenza con noi e gli auguriamo ogni successo per il resto del suo tempo qui".

"Da quando sono arrivato al Manchester City mi sono sentito il benvenuto nel club e nella città stessa dai giocatori, dallo staff, dai tifosi, dalla gente del Manchester e dal presidente e proprietario - le parole di Guardiola, rilasciate al sito ufficiale - Da allora abbiamo ottenuto molto insieme, segnato gol, vinto partite e trofei e siamo tutti molto orgogliosi di questo successo. Avere questo supporto è la cosa migliore che un manager possa avere. Ho tutto ciò che posso desiderare per fare bene il mio lavoro e sono onorato della fiducia che il proprietario e il presidente hanno dimostrato in me. La sfida per noi è continuare a migliorare e sono molto entusiasta di aiutare il Manchester City a farlo".

E intanto Messi si avvicina...

Il rinnovo di Pep sembra essere un ulteriore prova che l'arrivo di Leo Messi a Manchester, sponda City, non è poi così impossibile. Secondo il quotidiano inglese "Sun" l'operazione potrà concludersi già nel mercato di gennaio e si aggirerebbe intorno ai 55-60 milioni di euro, incluso il ritorno di Eric Garcia al Barça. Insomma, il colpo del secolo si avvicina...

Come ogni anno, Forbes ha pubblicato la classifica dei calciatori più pagati al mondo. Vince il solito Lionel Messi che con i suoi 126 milioni $ primeggia davanti all'eterno rivale Cristiano Ronaldo fermo, per così dire, a soli 117 milioni $. Chiude il podio di questa straordinaria classifica Neymar con un guadagno totale stimato in 96 milioni $. In netta risalita rispetto al 2019 sia Mbappé, amatissimo dagli sponsor, che Salah. La rivista statunitense fa sapere che, per compilare questa speciale classica, ha parlato con club, agenti di giocatori, sponsor commerciali ed esperti di calcio negli Stati Uniti e in Europa. Tutte le cifre sono in dollari USA e includono gli stipendi della stagione calcistica 2020/21, bonus e sponsorizzazioni. Le spese di trasferimento sono escluse. Le cifre sono al lordo delle tasse.

La top 10 stilata da Forbes

1. LEO MESSI (Barcellona):
Guadagno totale: 126 mln $ (stipendio lordo: 92, sponsorizzazioni: 34) -5 mln rispetto al 2019

2. CRISTIANO RONALDO (Juventus)
Guadagno totale: 117 mln $ (stipendio lordo: 70, sponsorizzazioni: 47) -1 mln rispetto al 2019

3. NEYMAR (Psg)
Guadagno totale: 96 mln $ (stipendio lordo: 78, sponsorizzazioni: 18) -1 mln rispetto al 2019

4. KYLIAN MBAPPE' (Psg)
Guadagno totale: 42 mln $ (stipendio lordo: 28, sponsorizzazioni: 14) +14.4 mln rispetto al 2019

5. MOHAMED SALAH (Liverpool)
Guadagno totale: 37 mln $ (stipendio lordo: 24, sponsorizzazioni: 13) new entry nella 10 ten

6. PAUL POGBA (Manchester United)
Guadagno totale: 34 mln $ (stipendio lordo: 28, sponsorizzazioni: 6) +1 mln rispetto al 2019

7. ANTOINE GRIEZMANN (Barcellona)
Guadagno totale: 33 mln $ (stipendio lordo: 28, sponsorizzazioni: 5) -5.5 mln rispetto al 2019

8. GARETH BALE (Real Madrid)
Guadagno totale: 29 mln $ (stipendio lordo: 23, sponsorizzazioni: 6) -9.7 mln rispetto al 2019

9. ROBERT LEWANDOWSKI (Bayern Monaco)
Guadagno totale: 28 mln $ (stipendio lordo: 24, sponsorizzazioni: 4) -1 mln rispetto al 2019

10. DAVID DE GEA (Manchester United)
Guadagno totale: 27 mln $ (stipendio lordo: 24, sponsorizzazioni: 3) +2.2 mln rispetto al 2019

Dopo aver saltato gli ultimi allenamenti con il Barcellona, Leo Messi potrebbe ritornare in gruppo la prossima settimana. Il club blaugrana, attraverso una nota ufficiale, ha spiegato il motivo per il quale il calciatore non prendeva parte agli allenamenti dallo scorso mercoledì: "Il capitano del Barça Leo Messi ha un lieve infortunio al quadricipite destro e oggi si è allenato in isolamento, facendo esercizi specifici per evitare rischi inutili. Dovrebbe essere in grado di raggiungere i suoi compagni di squadra tra qualche giorno". Nulla di grave quindi per la Pulce che nel giro di massimo 7-10 giorni potrebbe recuperare del tutto dall'infortunio, anche se resta in dubbio la sua presenza in campo in vista del nuovo debutto in Liga contro il Maiorca (sfida in programma sabato 13 giugno).

Rinnovo

Sembra ormai ad un passo il rinnovo di Messi con il Barcellona. Come riporta l’emittente spagnola Cope, infatti, la prossima settimana inizieranno i primi colloqui tra il club e l'entourage del numero 10 argentino. Messi con il prossimo rinnovo potrebbe legarsi a vita al Barcellona con in mente un solo obiettivo: continuare a vincere e stabilire nuovi record per entrare sempre di più nella storia del club che lo ha visto crescere, maturare e diventare il campione osannato da colleghi, rivali e da tutti gli appassionati di sport.

Quique Setien, allenatore del Barcellona, non ha nessuna intenzione di privarsi di Lionel Messi"Leo che è il migliore al mondo e vuole vincere ancora con noi, soprattutto in Champions League - ha detto ai microfoni di Cadena Ser -Lo convinceremo che anche il prossimo anno il Barcellona ha un progetto vincente".  Progetto che inevitabilmente dovrà passare da qualche rinforzo di valore come: "Scegliere tra Lautaro o Neymar? Scelgo entrambi, perché sono ottimi calciatori. Neymar è un grande calciatore e a tutti piacerebbe allenare i migliori, ma sappiamo che costa tanto e che non è facile prenderlo. Lautaro? Non penso al futuro, ma al presente anche perché se le voci diventano concrete, bisognerà aspettare di capire in che situazione saranno i club dopo questa emergenza".

L'ex allenatore del Betis ha poi parlato dei calciatori blaugrana in prestito facendo trapelare la sua ammirazione per Coutinho: "È un grandissimo calciatore, ma abbiamo anche Rafinha via in prestito (al Celta Vigo, ndr), Aleñá (al Betis, ndr) e altri giovani giocatori...Non tutti potranno restare ovviamente. Ci sono ancora molte cose da chiarire. Inoltre, non sappiamo cosa farà il Bayern, che ha delle opzioni per riscattarlo". Infine sulla possibile cessione di Rakitic in estate afferma: "Io non ho mai avuto informazioni sul fatto che lui voglia lasciare il club, né me lo ha mai comunicato lui stesso. Con me ha sempre giocato molto e può continuare a farlo".

Pagina 1 di 2

About

  • Radio Camp Academy è il laboratorio radiofonico del dipartimento radio della CAMP Academy, in questa emittente radiofonica ascolterete solo progetti ideati, prodotti e condotti dai nostri allievi del corso PRO.

     

Contact us

Via Gabriele Jannelli 562
Napoli, NA 80131
Italia
+39 081 3418303
Mobile: +39 351 7303013
campacademy.it

Quote

  • Luogo creativo e vivace. Offre agli studenti competenze difficili da reperire altrove. La passione per l'arte è il motore della Camp "Gianluca Ruoppolo"