Dopo il ritorno in campo dal primo minuto contro il Rijeka lo scorso 26 novembre, Gennaro Gattuso ha iniziato a dargli sempre più fiducia riconfermando nell'undici titolare contro l'AZ Alkmaar. Stiamo parlando di Faouzi Ghoulam. I guai fisici sono ormai alle spalle e il terzino è voglioso di ritornare ai livelli di un tempo. Quest'oggi, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, il calciatore ha parlato del suo momento e di quello della squadra, di Gattuso e del ricordo di Maradona. Di seguito i passaggi chiave della sua intervista.

Il ritorno in campo dal 1° minuto

"Sono felice di essere rientrato dal primo minuto, aspettavo da tempo questo momento. Tornare a giocare titolare è una sensazione di sollievo e mi trasmette tanta fiducia. Devo cercare di mettere quanti più minuti nelle gambe per poter avere la condizione giusta. Mi sto allenando bene e sono contento di potermi finalmente esprimere in campo. Voglio dare il mio contributo alla squadra".

Sul pareggio contro l'AZ

"Ieri avremmo meritato di vincere, ma non siamo riusciti a chiudere la gara. L'AZ si è dimostrato avversario forte e di livello. Speravamo di chiudere il discorso qualificazione, ma loro sono stati molto bravi a raddrizzare la partita".

L'apporto di Gattuso alla squadra

"Il gruppo è solido e possiamo far bene sia in Europa che in campionato. Gattuso ci sta dando un'idea precisa di calcio e solidità di squadra. Quando è arrivato un anno fa, la squadra era moralmente molto giù e in quel momento ha saputo darci la mentalità giusta".

Obiettivi stagionali

"Adesso bisogna proseguire, bisogna interpretate al massimo ogni partita perché la qualità deve essere aiutata dalla personalità e dal carattere. Se riusciremo a seguire questo percorso di crescita, possiamo arrivare in alto".

Pensiero su Maradona

"Diego ha portato il Napoli al top, è un campione ineguagliabile, il giocatore più forte di tutti i tempi. Noi vogliamo onorare la sua memoria con tutte le nostre forze e siamo felici di poter giocare in uno Stadio che abbia il suo nome. Maradona merita tutto l'affetto che gli sta regalando il popolo napoletano".

Affidabilità, esperienza da vendere e spiccate doti tecniche con la palla tra i piedi: David Ospina è questo e tanto altro ancora. Il portiere colombiano, a suon di ottime prestazioni, si è conquistato la fiducia di Gennaro Gattuso guadagnandosi la titolarità a scapito di Alex Meret. C'è chi parla di rapporto teso tra i due, ma Ospina ia microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, ha voluto spegnere qualsiasi tipo di polemica: "Con Alex c'è un gran rapporto di amicizia. E' un talento che sarà il futuro del calcio italiano. Ci alleniamo insieme con tanto impegno e cerchiamo di aiutarci l'uno con l'altro".

La nuova stagione è iniziata con un successo a Parma: "Iniziare con una vittoria ti dà entusiasmo e fiducia. Abbiamo lavorato molto in precampionato, veniamo da una preparazione intensa e adesso vogliamo fare le cose per bene in campo. Siamo un gruppo che può competere ad alti livelli". Sull'inserimento nel gruppo di Osimhen: "Victor ha portato tanta forza e velocità alla squadra. Poi è un ragazzo tranquillissimo che si è ambientato subito e sono certo che per lui sarà un anno bellissimo in cui mostrerà il proprio talento".

Difesa, l'arma in più del nuovo Napoli: "Avere difensori davanti come quelli che abbiamo noi in rosa è sempre una bella sicurezza per un portiere. Non subire gol è il primo segnale che dobbiamo dare per avere la giusta serenità, perché poi sappiamo che davanti ci sono attaccanti di talento che possono segnare sempre. Obiettivi? Il pensiero di vincere lo dobbiamo avere gara dopo gara, poi vedremo come andrà la strada. Sicuramente il nostro obiettivo è tornare in Champions, non sarà semplice perché ci sono tante squadre competitive, ma noi ci sentiamo".

Infine sulla città: "Napoli mi piace molto. Sono felice di stare qui, sono felici anche mia moglie e i miei figli. Questa città ha il calore che sento in Colombia e questa passione mi fa sentire a casa".

Aurelio De Laurentiis sta meglio ed ha sfebbrato. Le notizie sulle condizioni del patron del Napoli arrivano dalla redazione di Radio Goal, trasmissione in onda sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli: "Il presidente azzurro in questo momento è a Roma, a casa sua, ed è in buone condizioni. Ha raggiunto la Capitale ieri dopo un breve soggiorno a Capri". A questo punto, sembra abbastanza scontata la permanenza di De Laurentiis nella propria abitazione romana fino a quando il virus non sarà sconfitto definitivamente.

 

Amir Rrahmani è uno dei volti nuovi del Napoli 2020/21. Il difensore, acquistato lo scorso gennaio dal Verona, è pronto a vivere da protagonista la sua prima stagione in azzurro. Oggi, nel corso di Radio Goal, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, Rrahmani si è detto pronto per iniziare questa nuova avventura:

"Sicuramente il nostro obiettivo è di entrare in zona Champions. E' il posto che questa Società e questa città meritano. Speriamo di riuscirci, però adesso c'è tanto tempo e dobbiamo farci trovare pronti sin da questo inizio di campionato e poi crescere gara dopo gara".

Le sue sensazioni dopo il suo primo ritiro in azzurro: "A Castel di Sangro siamo stati benissimo e ci siamo allenati in maniera intensa. Ora però si entra nella fase più importante. Nel calcio non c'è ieri, esiste solo oggi e domani. Dobbiamo proseguire con questa intensità e fare una buona prestazione in queste due amichevoli che ci aspettano e poi prepararci al match di Parma per la prima giornata di campionato".

Sulla sua posizione ideale in campo: "La mia posizione naturale è quella in una difesa a quattro, però siamo dei professionisti e quindi posso adattarmi a qualsiasi soluzione voglia adottare il mister. Con Gattuso al momento sto giocando in una linea di 4 difensori e mi trovo benissimo. Il mister è molto attento agli uno contro uno. Difendiamo a zona e quindi bisogna anche fronteggiare l'avversario che in quel momento ti affronta cercando di essere pronti al confronto individuale".

Osimhen e il rapporto con i nuovi tifosi:"Osimhen ci ha fatto una grande impressione, sicuramente può fare cose importanti. Ma in attacco abbiamo davvero tanti calciatori di qualità. Credo che la squadra sia competitiva e sono certo che lavorando tanto troveremo il giusto equilibrio in campo. I tifosi per ora mi chiedono autografi, poi di vincere l’Europa League e di battere la Juventus. Noi vogliamo riportare il Napoli dove gli spetta, ovvero tra le prime quattro in Serie A. Non ho ancora visitato il centro della città".

Pagina 1 di 3

About

  • Radio Camp Academy è il laboratorio radiofonico del dipartimento radio della CAMP Academy, in questa emittente radiofonica ascolterete solo progetti ideati, prodotti e condotti dai nostri allievi del corso PRO.

     

Contact us

Via Gabriele Jannelli 562
Napoli, NA 80131
Italia
+39 081 3418303
Mobile: +39 351 7303013
campacademy.it

Quote

  • Luogo creativo e vivace. Offre agli studenti competenze difficili da reperire altrove. La passione per l'arte è il motore della Camp "Gianluca Ruoppolo"